Il disco di Festo

Il Logo

È il disco di Festo il logo del Premio Biagio Agnes: il primo esempio conosciuto di stampa, a caratteri mobili.

Ritrovato all'inizio del secolo tra le rovine della città di Festo a Creta, il disco di argilla – 16 centimetri di diametro e 16 di spessore – risale al 1600, forse al 1700 a.c. Sui due lati è incisa una serie di simboli, 241 per l'esattezza, separati in piccoli gruppi da linee sottilissime.

La scrittura è curata nei dettagli tanto da chiudere la spirale nel centro esatto del disco, riuscendo ad occupare tutto lo spazio disponibile. Secondo gli studiosi si tratta di una forma di scrittura sillabica, escludendo del tutto i segni alfabetici.

Diverse e significative le figure rappresentate: guerrieri, prigionieri, soldati, ma anche animali, piante, arnesi da lavoro e da guerra (dal libro di L.Godart "Il disco di Festo. L'enigma di una scrittura"), 45 simboli di una cultura terrena, "mediterranea".

Le stesse immagini, probabilmente incise con un timbro di legno o metallo sull'argilla fresca, sono state disegnate su altre tavole e su altri oggetti, anche se – a tutt'oggi - non sono stati ritrovati.

main-sponsors